Cascio, Corsini, De Vitis, Pierri, Troncanetti

Un altro numero speciale con libri di persone che conosco, vive, e che vogliono scrivere perché è la cosa che gli piace di più fare. Qualcuno ha un editore, qualcuno no; nessuno ha alle spalle un’organizzazione di marketing tale da, per esempio, far scrivere loro un articolo moralista ed ipocrita su un quotidiano tanto per diffondere il loro nome il più possibile grazie alle polemiche suscitate. Ma questo non conta nulla riguardo la loro qualità letteraria; non conta assolutamente nulla, in questo paese, chi è il tuo editore. Soprattutto se è “un grande editore”.

Continua a leggere

De Vitis, Todorov, Beckett, Trevanian, Wittgenstein

Lo so, è passato molto tempo. Avevo molte cose da fare ancora indietro, e adesso che è arrivata l’estate mi concederò altre letture e altre indagini intorno al romanzo negli sconfinati territori inesplorati della mia libreria. Meglio non fare promesse, altrimenti non riuscirei a mantenerle – cosa che è già pessima per un romanziere, figuriamoci per un critico.

Continua a leggere