Boll, Bulgakov, Conard, Irwin, Kundera, Lem, Lombardo, Maupassant, Skoble

Questo numero sembra aver poco a che fare con il romanzo. Sembra. Ci sono cose che formalmente non lo sono, ma che vivono ai limiti del romanzo, in una specie di territorio di confine da dove, però, certi paesaggi romanzeschi si vedono meglio che dal centro – ammesso che esista, poi. Spero, come sempre, che piaceranno a voi quanto a me. In questo numero una novità: la recensione di un libro che non è “vecchio” nella mia libreria. Non sarà l’ultimo, ma non chiedetemi quando ci sarà il prossimo.

P.S. Mi scuso con tutti voi per il ritardo con il quale pubblico questo numero. A volte la notte non porta consiglio, solo sonno.

Continua a leggere